Anna Achillea in “Light Years” - 2001

 

                                    

 

INDIETRO    AVANTI

              HOME

 

Il nostro rifiuto programmatico... dell’aderire al ruolo di “artista” come produttore individuale e specializzato di un oggetto di consumo, per praticare invece la creatività a tutti i costi senza altre regole che quelle interne ad ognuno e che è nostro dovere riscoprire e praticare...

 Tra l’altro il recente sviluppo della tecnologia ha reso disponibili nella maggior parte delle nostre case una serie di strumenti con cui trasferire nella pratica questa creatività...

Noi infatti con l’uso creativo di questi elettrodomestici “intelligenti” vogliamo proprio dimostrare che ognuno può “fare arte” rimanendo fuori da un ruolo codificato e che non deve esistere altra giustificazione del proprio operare se non il bisogno di esprimersi...

 Pensiamo che la ripetitività faccia parte dell’esistenza quotidiana: tutti noi siamo costretti ogni giorno per numerose volte a ripetere una serie di operazioni... nella vita casalinga questo prende un aspetto quasi scientifico... tutta una serie di compiti di conduzione famigliare sono basati sulla ripetitività che accumula tensioni e mette in moto una forza sempre più devastante che abitualmente viene trattenuta, rivolgendola comunque contro se stessi e chi ci è vicino...

 Abbiamo cercato di liberare questa energia compressa, mettendo in moto volutamente delle occasioni basate sulla ripetizione, in cui si ingorgano queste tensioni, fino allo sbocco che nell’evento (diversamente dalla realtà) può manifestarsi in modo dirompente senza fare vittime..