“STANZE CRUDELI” - Teatro Garage di Genova - maggio 2003

In una città qualunque, identica a questa e annodata nella stessa paura, un assassino come noi rimpiange il proprio crimine: aver ucciso le amate vittime, a colpi di parole tenere ma ben più spietate del coltello.

FLUDD ci accompagna per le stanze crudeli, nei luoghi del delitto, dove rivive nel sogno e si proietta in video, la realtà che non vogliamo ammettere del dolore inflitto, credendo di amare.

Eccoci condotti sulla scena del misfatto, aguzzini e a nostra volta ostaggi, dei demoni che ci frantumano la vita fra gl’ingranaggi dei doveri e degli affetti imposti.

Passioni del cuore, parole in croce, sguardi al cielo e spinosi rientri a terra: come l’amore che uscito nel mondo a far bene, ritorna ferito.

FLUDD anche suona e la musica contiene e completa il senso: tendi l’orecchio, affina la vista, tieni a mente il panorama a punte che ferisce questa città, la nostra vita, il pianeta.

testi e regia di Gianriccardo Scheri                                                                              musica composta ed eseguita da Marco Cacciamani                                                    videoloops di Cacciamani e Scheri ,object  tale di Angela Mambelli                            con Anna Achillea  e  Maria Rosa Montiani

                                      HOME                                                                                                                AVANTI